Incontro numero tre: incongruenze emotive

Ecco il resoconto del mio terzo incontro.

E’ rientrata R. e al sua presenza dava un senso alla seduta di ieri. Anche se non abbiamo seguito le ritualità di inizio e di conclusione , tutto aveva la parvenza di essere parte di un incontro di gruppo AMA vecchia maniera.

Il tema della serata si è spostato rapidamente sui vissuti personali della prima infanzia, quindi sulla storia di ciascun partecipante più che sul lutto in sè. E devo dire che è stato molto interessante perchè emergeva chiaramente come il dolore per la perdita fosse strettamente ancorato a traumi irrisolti del passato.

La metafora utilizzata era quella del coperchio. Tutte temevano il momento del sollevamento di quella copertura che le aveva protette dai ricordi del passato.

Un posto centrale, richiesto, volito, cercato a ogni costo lo ha assunto 281533096.jpgRa. lei aveva un enorme bisogno di parlare..si sentiva giù e cercava il conforto degli altri membri esplicitamente. Non perdeva occasione per prendere la parola e per paragonare la sua condizione emotiva a quella degli altri partecipanti.

Avevo appena finito di leggere uno degli articoli di Bion e mi sembrava veramente che ieri sera si cogliesse la discrepanza emotiva tra la condizione di Ra. e quella del gruppo. La mentalità del gruppo – per usare un termine caro a Bion – era molto serena e armonica. Tutti erano molto contenti dei successi di A. che dopo la seduta con lo psicologo – che continua spesso a essere al centro delle nostre chicchierate – si sentiva molto meglio e sorpresa di sè si chideva “ma dove è finita tutta quella sofferenza che provavo? tutto quel senso di colpa che portavo dentro?”. Ra. si è incuriosita sul metodo della seduta ma qualsiasi racconto – personale e non – la portava alle lacrime e allo struggimento.

Era chiamaramente outgroup, emotivamente e psicologicamente.

Sulla mia presenza: ieri mi hanno guardata come se dovessi essere io a prendere nota dell’incontro. Non vorrei rivestire questo ruolo perhè non vorrei condividere queste riflessioni. Vedremo cosa mi chiedono la prossima volta esattamente.

am

Incontro numero tre: incongruenze emotiveultima modifica: 2008-10-10T09:23:00+02:00da ale_mika
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento