fourth meeting: incontro a quattro

Ieri altro incontro con il gruppo.

Eravamo solo in 5 (inclusa me che conto poco) e la conversazione si è focalizzata subito su quanto l’esterno – inteso come familiari, amici, psicologi e medici di varia natura – possa essere d’aiuto al lento e doloroso cammino verso la risalita.

Sono emerse cose interessanti anche di passati che parevano essere dimenticati: il caso di scrittura automatica di una di loro che riusciva – sentiva o si autocostruiva – a conversare con il proprio caro attraverso se stessa, il rapporto ocn gli oggetti del defunto incluso il numero di cellulare.

Tutti aspetti su cui vale la pena di riflettere veramente…ma credo che la giornata di ieri meriti di essere ricordata perchè è stata la prima volta che sono intervenuta nella conversazione..su invito di R. – speciale come al solito e molto attenta verso tutti i segnali anche non verbali.

Quello che mi ha stupito è che dopo un primo momento di imbarazzo ho cercato in tutti i modi di riprendere parola, quasi mossa dal profondo desiderio – un po’ ambizioso – di dare le risposte che loro stavano cercando. Per fortuna sono riuscita a contenere questo sentimento , deleterio tanto per il gruppo quanto per la mia presenza al suo interno.

E’ andata anche ieri. Ho festeggiato la mia quinta settimana di osservazione. Ero tentata di portare i pasticcini per il mio compleanno ma ho scoperto che compio gli anni il giorno dopo del figlio di A. e festeggiare mi sembrerebbe assolutamente indelicato.

Il gruppo è una risorsa…e forse genera dipendenza..lo scoprirò con il tempo.

am

fourth meeting: incontro a quattroultima modifica: 2008-10-24T15:19:26+02:00da ale_mika
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento