Riflettersi nelle parole degli altri

Prima delle vacanze ho letto il libro Paula e mi era venuto in mente che forse poteva essere utile riflettere – in senso conoscitivo – sulle narrazioni di scrittori che avessero vissuto e affrontato, attraverso la loro abilità, la separazione. Non ho fatto in tempo a fare mente locale su qualcosa di già letto per scoprire che quest’anno è stato … Continua a leggere

L’eternità della narrazione

Molto prima degli accadimenti raccontati da Isabel, una veggente preannunciò quattro accadimenti importanti della sua vita.. i primi tre si erano già avverati al tempo in cui l’autrice scrive..mancava l’ultimo che riguardava Paula e che manteneva viva la speranza di una sua guarigione “uno dei tuoi figli, paula, sarà famosa in tutto il mondo”. Oggi sappiamo in che modo si … Continua a leggere

Paula: un racconto per distrarre la morte

Sono ormai catapultata verso la pausa estiva… sabato è vicinissimo e non mi resta che iniziare il conto alla rovescia…ovviamente non manca la solita angoscia pre-partenza e soprattutto pre-distacco lavorativo. Un fastidiosissimo senso di colpa – credo ormai parte di me da quando avevo dato da bambina i primi segni di secchinaggine – che non riesco a controllare e che … Continua a leggere

Riflessioni caldamente estive

Ecco… l’estate si fa finalmente sentire e purtroppo ancora non posso “staccare” per la meritata pausa – meritata almeno credo.. Sono ancora alle prese con la ricerca “Milano città della musica” di Meglio MIlano e i miei pomeriggi passano dietro lunghe e faticose sbobinature.. ma a proposito di riflesisoni sul tema del distacco, oggi ho ricevuto una mail con un … Continua a leggere

La Perdita: alcuni frammenti

Non sono riuscita a staccare del tutto con i temi della mia tesi di dottorato e forse mai ci riuscirò del tutto… leggo sempre con curiosità e interesse i testi che affrontano il tema della perdita, soprattutto quando lo fanno da un punto di vista narrativo…ecco che mi è stato suggerito un libro dal titolo chiarissimo «la perdita» curato da … Continua a leggere

rientri, previsioni e progetti futuri

Incredibile! dico l’esperienza londinese…certo la mia performance non è stata eccellente come avrei desiderato – non provavo un’emozione simile dai tempi del liceo – ma l’essere lì, l’ascoltare le riflessioni e le domande di chi , nonostante il mio inglese era riuscito a comprendermi…bè…è stato bellissimo. Londra era caldissima….tutti con i piedi ammollo nelle fontane…per un dovere verso la memoria … Continua a leggere