L’ombra di uno spaventapasseri

“Un giorno sono diventato uno spaventapasseri. Prima ero un bambino, adolescente o donna, una persona, qualcosa. La mia vita non andava né bene né male, quando sono morto, ma non sono morto del tutto. Ho cominciato a vivere come fanno gli spaventapasseri: legno nell’anima e paglia nelle mani. Non è grave, sapete: uno spaventapasseri soffre meno di un essere umano, … Continua a leggere